Il Forum delle Muse

Reply

99 SuperEroi in nome di Allah

« Older   Newer »
view post Posted on 12/9/2010, 00:02           Quote
Avatar

Magazziniere delle Muse

Group:
Magazzinieri
Posts:
1,930
Location:
Augusta

Status:


99 SuperEroi in nome di Allah

image

Il fumetto pubblicato in due lingue,
inglese ed arabo da un editore egiziano, Tarek Housni,
ha come obiettivo quello di trasmettere
alle giovani generazioni non solo musulmane
i valori morali che sono comuni con il cristiansimo e l’ebraismo
.



image

Si chiamano Widad, Mumita, Jabbar, Bari, Rughal, e la loro missione è salvare il mondo.

Sono alcuni dei The 99, i supereroi musulmani inventati dallo psicologo Naif Al-Mutawa e dalla sua squadra di artisti e scrittori.


image

Naif al Mutawa

Naif al Mutawa è anche fondatore di Teshkeel Comics, la casa editrice del fumetto, con sede a Kuwait City.

I 99 supereroi, caratterizzati da un aspetto mediamente orientale (capelli, occhi e pelle scuri), ereditano i superpoteri dalle 99 virtù di Allah, incarnano i valori positivi dell’Islam - gentilezza, generosità, onestà e saggezza - e combattono pregiudizi, estremismi e razzismo.



image

Per esempio uno dei supereroi del fumetto si chiama Noura (An-Nûr) che significa “luce”, uno degli attributi di Dio, per questo Noura illumina ogni persona perchè trovi la sua bontà interiore.



image



image

I ragazzi-supereroi vengono un po' da tutto il mondo e, spesso, sono di doppia cultura.
E' il caso di Sami the Listener, nato e cresciuto fino all'età di 10 anni in Sudan e poi trasferitosi col padre in Francia: è muto ma possiede la capacità di udire ciò che gli altri esseri umani non riescono a percepire, sia per distanza che per frequenza.



image

O quello di Hadya the Guide, londinese ma di famiglia pakistana, divisa ed attirata da queste due culture: lei possiede il dono di mappare qualsiasi luogo in cui si trovi, di individuare il percorso più breve, facile e sicuro per raggiungere un obiettivo.



image

C'è anche un americano, Darr the Afflicter, ridotto su sedia a rotelle e in grado di manipolare le terminazioni nervose per provocare o evitare il dolore.

Tutti i supereroi sono stati scoperti e resi coscienti del loro potere dal dottor Ramzi Razem, discendente di un Guardiano della Saggezza dell'antica biblioteca di Baghdad.

È lui che insegna ai ragazzi a sfruttare a fin di bene il loro potere, contro i malvagi che li vogliono invece possedere per il loro torbidi scopi.



image



Altri personaggi sono Moumita, il “distruttore” che usa i suoi poteri per distruggere il male e Jabbar il “poderoso” che usa il suo potere per aiutare gli altri e così via…



image



image

L'antefatto della storia risale al 1258, quando le armate di Gengis Khan distrussero a Baghdad la più importante biblioteca del mondo arabo.

Gli studenti di allora si prodigarono per salvarne i libri e la saggezza contenuta e lo fecero attraverso 99 tavole di pietra.

Queste 99 pietre di saggezza sono arrivate ai nostri tempi, fino ad entrare in contatto in modo più o meno casuale con vari giovani, i supereroi della storia.

Ciascuno eredita dalla pietra un superpotere: abbiamo così Noora the Light, dagli Emirati Arabi, che ha la capacità di scorgere la luce della verità negli altri.

Affiancata da Wida the Loving, dalle Filippine, che sa indurre l'amore, la compassione e la felicità nelle persone.

Lo schema è quello classico e un po' semplicistico del bene contro il male, condito di molta azione.

image

Da questo link è possibile
scaricare gratis la prima copia !

Il pregio è però quello di diffondere nel mondo musulmano, e non solo, un'idea di tolleranza: i giovani supereroi sono di culture e nazioni diverse (araba, ungherese, afro-americana, anglo-pachistana, indonesiana, sudafricana, portoghese) ma lottano insieme, a dispetto delle loro diversità, per il progresso civile dell'umanità nel suo complesso.


Al Mutawa ha detto agli sceneggiatori di Hollywood che hanno trasposto in fumetto il cartone animato, che il fine delle sue storie è quello di far emergere le cose che accomunano gli uomini, non quelle che li separano.


Una lezione troppo spesso inascoltata. :rolleyes:


Il fumetto che ha già avuto un discreto successo in Kuwait viene distribuito in 12 paesi arabi e sarà presto in vendita anche nel Regno Unito e negli Stati Uniti.


Nati come libri a fumetti, ora “The 99” sono diventati videogame e parchi a tema in giro per il mondo.






Uno dei giochi flash scaricabili dal sito The 99





A fine anno la serie di cartoon sbarcherà in tv negli Stati Uniti, sul canale The Hub.

Per l’occasione hanno stretto una portentosa alleanza con i fratelli maggiori: Superman, Wonder Woman, Batman e gli altri supereroi della Lega della giustizia.

Il pubblico americano li vedrà in azione fianco a fianco per sconfiggere il male.

Il presidente Barack Obama è tra i grandi fautori del progetto.






Edited by filokalos - 12/9/2010, 10:19

gif

 
PM  Top
0 replies since 12/9/2010, 00:02
 
Reply